Shraddha Singh: from engineering to full-time fashion blogger

Shraddha Singh: dall'ingegnere a fashion blogger a tempo pieno

/ Cool things

La bellezza di origine indiana parla di mantenere il contatto con la realtà sui social media, emancipazione femminile e campagne per salvare il pianeta.

"Tendiamo a chiederci se siamo abbastanza brave, abbastanza intelligenti o abbastanza forti da andare avanti con la nostra idea di vita", dice Shraddha Singh, 31 anni, la nuova rivelazione di Instagram, quando parla di ciò che frena le donne quando si tratta di perseguire i loro sogni.

Con sede tra Amsterdam e Londra, "Shrads", come è conosciuta nella blogosfera, crede fermamente nel non perdere tempo a fare cose che non ami, ma avverte che devi essere pronta a "sostenere le difficoltà iniziali" se vuoi fare un cambiamento nella tua vita.

Lei ne sa qualcosa. Dopo sei anni come ingegnere informatico per alcune delle più importanti società multinazionali del mondo, la star dello stile indiana ha deciso di seguire l’amore per la moda e la bellezza per raccontare il suo stile di strada e viaggiare all’avventura a tempo pieno.

Ora che conta oltre 340k follower su Instagram, si rivolge ad un pubblico più vasto, usando la sua voce influente - e il senso della moda - per affrontare argomenti femminili critici, come l'immagine del corpo e l’affermazione femminile e per aumentare la consapevolezza sulle pressanti questioni ambientali che minacciano il pianeta.In questo esclusivo Q&A parla di tutto, dalle donne che la ispirano e difendono la sostenibilità nella moda, a com’è la vita dietro i filtri dei social media.

Raccontaci della tua transizione da programmatrice di software a blogger a tempo pieno e di come ha modellato chi sei

Sì. Sono stato un ingegnere del software e ho trascorso gran parte della mia carriera a programmare per alcune note società multinazionali.

Quando ho iniziato il mio blog avevo ancora il mio lavoro diurno, e dedicavo le serate e i weekend alla creazione di contenuti. Man mano che la mia presenza online cresceva, diventava davvero frenetico destreggiarsi tra entrambi. A quel punto ho scelto di portare avanti la mia più grande passione, la moda, e mi ci sono dedicata a tempo pieno.

Amo ancora programmare e tenermi aggiornata sulla tecnologia nel tempo libero.

L'ingegneria del software riguarda la risoluzione dei problemi. Mi ha aiutato a sviluppare un talento per la divisione dei problemi in piccoli compiti e mi ha aiutato a essere più organizzata. Mi sono anche resa conto che non ci sono molte ragazze nei campi STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) e mi piace ispirarle a seguire quel percorso.

Nello spirito di ciò che professi e progetti sul tuo blog e sui social media, chiunque può vivere la vita che vuole veramente, cosa trattiene le donne? Come superi le tue paure?

Le donne sono perfezioniste. Tendiamo a pensare troppo prima di andare avanti perché siamo preoccupate per le ripercussioni. Tendiamo a chiederci se siamo abbastanza brave, abbastanza intelligenti o abbastanza forti da portare avanti la nostra idea di vita. Questo accade spesso quando una è troppo spaventata dal lasciare la sua zona di comfort.

La definizione di felicità è relativa. Le persone dovrebbero smettere di confrontarsi con tutto ciò che vedono online. Che si tratti di un cambiamento di carriera, luogo, dieta o stile di vita, trova quello che ti piace e fai uno sforzo, provaci. Credo fermamente nel non perdere tempo a fare cose che non ti piacciono.

Allo stesso tempo, dobbiamo essere intelligenti. Non vorrei sostenere questa idea secondo cui "Chiunque può fare qualsiasi cosa, devi solo seguire i tuoi sogni". Se stai passando a qualcosa di nuovo come cambiare carriera, assicurati sempre di essere pronto a sostenere le difficoltà iniziali. Ci saranno sempre dei limiti e fintanto che li realizzeremo e pianificheremo di conseguenza, possiamo avere tutti una vita meravigliosa.

I social media descrivono sempre una visione della vita molto curata e "perfetta", raccontaci il lato non affascinante.

Le persone condividono solo le parti positive sui social media perché influiscono direttamente sul modo in cui vengono percepite online. I feed orchestrati distorcono la realtà e risultano non originali. Cerco di essere reale e senza sforzo, poiché credo che la mia immagine online dovrebbe riflettere chi sono come persona.

Come ogni altra professione, c'è molto da fare nella creazione di contenuti per i social media. Viaggiare, pianificare, fare editing sono attività che richiedono molto tempo e fatica, ed è un duro lavoro rimanere al passo con tutto, tutto il giorno, tutti i giorni. Mi godo però ogni minuto, perché non mi sembra di lavorare quando faccio ciò che amo.

Svolgo attività di "vita normale" come le faccende domestiche e la spesa. In realtà mi diverto a condividere questi pezzi "non così glamour" in modo spiritoso, per coinvolgere il pubblico. Trovare modi diversi e interessanti per raccontare storie di vita quotidiana è una sfida alla mia creatività.

A volte sono esausta, ma ho un marito davvero solidale che aiuta molto e condivide il carico di lavoro.

Chi ti ispira e perché?

Le due donne a me più care, mia sorella e mia mamma. Mia mamma mi ha sempre insegnato come essere forte, indipendente, ma comunque amorevole e premurosa. Mi incoraggia a puntare sempre in alto. Lei dà l'esempio.

Mia sorella mi ha ispirato ad essere più eco-consapevole. Grazie a lei sono consapevole delle problematiche globali e di come ognuno di noi possa fare la propria parte.

Hai detto che essere sotto gli occhi del pubblico ti ha ispirato a lottare per le giuste cause, raccontaci di più.

Dopo aver iniziato il mio blog, raccontando il mio stile personale e l'amore per la moda, ho iniziato a scoprire come la moda sia una delle industrie più inquinanti del mondo. Il Fast Fashion sta rovinando i consumatori con alternative economiche che hanno un grande costo ambientale, per questo voglio usare la mia influenza per rendere il mio pubblico più consapevole e creare un cambiamento nel mondo.


Appoggio fermamente i marchi che hanno applicato soluzioni innovative per rendere i loro prodotti più sostenibili. Leggo, e condivido il più possibile, materiale sulle questioni ambientali che stiamo affrontando. Considero una vittoria quando vedo i miei seguaci abbracciare e diffondere uno stile di vita più sostenibile. Con la corretta informazione possiamo andare avanti nella giusta direzione per prevenire il disastro.

Inoltre, recentemente sono diventata ambasciatrice dell’Agenda per lo sviluppo sostenibile - obiettivo 9 - delle Nazioni Unite [un'iniziativa incentrata su infrastrutture e pratiche di industrializzazione sostenibili]. Come ambasciatrice della Plastic Pollution Coalition sto educando il mio pubblico sull'inquinamento da plastica e su cosa possiamo fare insieme per risolvere questo problema globale.